COME AVVIARE UN ARBITRATO

Se la clausola arbitrale prevista nel contratto fa riferimento con qualsiasi espressione alla Camera Arbitrale Ismed o al Regolamento dalla stessa adottato, la parte può presentare una domanda di arbitrato presso la Camera Arbitrale Ismed o seguendo le semplici modalità contenute nel modello di domanda.
> Scarica la domanda di arbitrato     > Scarica i moduli aggiuntivi alla domanda di arbitrato

Se la clausola arbitrale manca o non richiama la Camera Arbitrale Ismed, la parte può depositare una proposta di arbitrato presso la nostra sede o seguendo le semplici modalità contenute nel modello di domanda.
> Scarica la proposta di arbitrato     > Scarica i moduli aggiuntivi alla proposta di arbitrato
Modulistica
>
domanda di arbitrato
>
proposta di arbitrato
>
modello di procura
>
clausole compromissorie
Requisiti della domanda/proposta di arbitrato
La domanda deve essere compilata utilizzando la modulistica predisposta da Ismed, reperibile sul sito e nelle sedi Ismed di arbitrato è sottoscritta personalmente dalla parte o dal difensore munito di idonea procura.

La domanda/proposta contiene:
- il nome e il domicilio delle parti;
- l’oggetto e la descrizione della controversia;
- l’indicazione delle domande e del relativo valore economico;
- la nomina dell'arbitro o le indicazioni sul numero degli arbitri e sulle modalità della loro scelta;
- l'eventuale indicazione dei mezzi di prova richiesti a sostegno della domanda e ogni documento che la parte ritenga utile produrre;
- le eventuali indicazioni sulle norme applicabili al procedimento, sulle norme applicabili al merito della controversia ovvero sulla pronuncia secondo equità, sulla sede;

La domanda/proposta è accompagnata da:
- un documento di identità dell’attore in corso di validità;
- il codice fiscale dell’attore;
- la procura conferita al difensore, se questo è stato nominato, corredata del documento d’identità in corso di validità dello stesso;
- la convenzione arbitrale.

La domanda/proposta è sottoscritta dall’attore e dall’eventuale difensore in un originale per ciascuna altra parte e in tante copie quanti sono gli arbitri. Ogni originale ed ogni copia dovranno essere muniti delle relative produzioni.
Al momento del deposito della domanda l’attore è tenuto a versare le spese di registrazione previste nell’Allegato A al Regolamento.
In applicazione della normativa di cui al DPR 642/1972, sugli originali della domanda di arbitrato devono essere apposte marche da bollo da Euro 16,00 (una marca ogni quattro pagine di ciascun originale ed una ulteriore marca procura sull'originale per la Camera Arbitrale Ismed; la procura notarile non necessita di marche da bollo).
La Camera Arbitrale trasmette al convenuto la domanda di arbitrato con lettera raccomandata, corriere, posta elettronica ovvero con ogni altro mezzo idoneo alla loro ricezione.
L’attore può anche trasmettere direttamente la domanda di arbitrato al convenuto, fermo restando il deposito della domanda stessa presso la Camera Arbitrale, che ne cura in ogni caso la trasmissione al fine della decorrenza dei termini regolamentari.

> Torna alla pagina principale
     
MEDIAZIONE
Domanda di mediazione
Domanda di mediazione congiunta

Regolamento di procedura
Codice etico
Tariffe di mediazione
Normativa e approfondimenti
Privacy
MEDIAZIONE AL TELEFONO
Domanda di mediazione

Domanda di mediazione congiunta
La mediazione telefonica in tre passi
Regolamento di procedura MediaCall
Tariffe di mediazione mediaCall
ARBITRATO
Avvia l'arbitrato
Regolamento arbitrale
Codice deontologico
Costi arbitrato
Elenco arbitri
Clausole compromissorie
FORMAZIONE
Corsi per mediatori
Corsi di aggiornamento per mediatori
Corsi per avvocati mediatori
Corsi per amministratori di condominio
Corsi per arbitri
ISMED GROUP

Camera Arbitrale
Istituto di Alta Formazione
Studiolegale2.0

Organismo di mediazione e Ente di formazione
accreditato dal Ministero della Giustizia
Iscritto al n. 945 del ROM e al n. 423 dell’EEF

Partita i.v.a. e codice fiscale 02727730802

Contatti