REGOLAMENTO DELLA PROCEDURA DI MEDIAZIONE IN CONFERENZA TELEFONICA

Articolo 6
6.1 Il servizio di mediazione svolto con modalità telematiche in conferenza telefonica, disciplinato dal presente articolo, integra e completa il più ampio servizio di mediazione offerto da Ismed, rappresentandone una modalità alternativa di fruizione, ai sensi dell’art. 3 comma 4 del D.Lgs. n. 28/2010, che consente una maggiore flessibilità e rapidità nella gestione della procedura di mediazione. Se con l’accordo le parti concludono uno dei contratti o compiono uno degli atti previsti dall’art. 2643 del codice civile, il servizio di mediazione con modalità telematiche può essere svolto esclusivamente se le parti sono in possesso di firma digitale da apporre sul processo verbale.
6.2 La mediazione svolta con modalità telematiche assicura il rispetto della riservatezza dei dati personali, della sicurezza delle comunicazioni e dell’uguale capacità dei partecipanti di usufruirne.
6.3 Per attivare il procedimento di mediazione con modalità telematiche in conferenza telefonica è sufficiente scaricare dal sito internet di Ismed (www.ismed.it) l’apposito modulo di domanda di mediazione, reperibile anche nelle sedi Ismed. Tale modulo, debitamente compilato, deve essere inoltrato a Ismed secondo le modalità nello stesso indicate. Le modalità di utilizzo e le caratteristiche del servizio sono dettagliatamente descritte sul sito internet di Ismed.
6.4 Ismed provvede ad attribuire e comunicare a ciascuna parte in mediazione un codice utente -username- e un codice segreto -password- personali da utilizzarsi per l’accesso al servizio e lo svolgimento della procedura di mediazione. Nel giorno e nell’ora preventivamente comunicati, le parti e il mediatore si incontrano in audioconferenza telefonica -conference call-, nella apposita area virtuale riservata creata da Ismed. L’incontro avviene chiamando il numero telefonico multilinea comunicato alle parti unitamente a tutte le istruzioni operative. Il costo massimo della telefonata è quello di una normale chiamata urbana. Le eventuali sessioni separate possono essere tenute dal mediatore sia durante l’incontro di mediazione, che successivamente. Le parti possono inviare documenti all’Organismo o riceverne dallo stesso, via e.mail, tramite fax, posta o altro mezzo idoneo.
6.5 La mediazione si conclude con la formazione da parte del mediatore di processo verbale. Tale processo verbale, che Ismed a conclusione della mediazione invia alle parti presenti al procedimento,
deve essere sottoscritto dalle stesse e dai loro assistenti avvocati e, improrogabilmente entro 7 giorni dal ricevimento, deve essere restituito a cura delle parti a Ismed in originale e senza l'apposizione di alcuna modificazione, correzione e/o integrazione. Unitamente al processo verbale, Ismed invia una dichiarazione di validazione che deve essere sottoscritta dalle parti e dai loro assistenti avvocati e restituita a Ismed entro il termine suindicato obbligatoriamente a mezzo di posta elettronica certificata (PEC) dell’avvocato assistente. La firma apposta dalla parte sul processo verbale è valida solo se la relativa dichiarazione di validazione sia sottoscritta e restituita nei modi e nei termini suindicati.
Nel caso il processo verbale non sia regolarmente sottoscritto e restituito a Ismed nei modi e nei termini indicati o sia privo della dichiarazione di validazione sottoscritta e restituita a Ismed nei modi e nei termini suindicati, il mediatore dà genericamente atto della mancata sottoscrizione della parte nelle note del processo verbale definitivamente congiunto.
Ricevuti il processo verbale e la dichiarazione di validazione, il mediatore sottoscrive a sua volta il processo verbale, certificando l’autografia della sottoscrizione delle parti. Il processo verbale, congiunto in ogni sua parte da Ismed, è trasmesso in copia conforme alle parti che lo richiedano, fermo il disposto dell’art. 4.
6.6 Se nella domanda di mediazione è indicata una circoscrizione giudiziaria nella quale non è presente una sede Ismed, in caso di mancata partecipazione della parte chiamata a svolgere la mediazione con le modalità telematiche descritte nel presente articolo, a parziale deroga di quanto contenuto nell’art. 4, il procedimento si conclude senza la formazione di alcun processo verbale da parte del mediatore. In tal caso non sono dovute le spese di mediazione di cui all’art. 8.3..
6.7 La piattaforma telematica utilizzata è predisposta al fine di garantire la sicurezza delle comunicazioni e il rispetto della riservatezza. L’Organismo si impegna, inoltre, a tutelare la riservatezza, trattando i dati personali comunicati dall’utente, le credenziali di accesso e le informazioni fornite, in maniera tale da tutelarli da accessi e attività di divulgazione non autorizzati. L’Organismo non può essere considerato responsabile qualora: - le parti consentano ad altri soggetti l’utilizzo delle proprie username e password personali; - soggetti terzi intercettino o accedano illegalmente a dati, trasmissioni o comunicazioni private; - altri utenti utilizzino in modo illegittimo o improprio dati personali ed informazioni raccolti dal sito web.
6.8 Per quanto non previsto dal corrente articolo, la procedura di mediazione per via telematica è svolta nel rispetto del presente Regolamento.
 
> Consulta il Regolamento completo
     
MEDIAZIONE
Domanda di mediazione
Domanda di mediazione congiunta

Regolamento di procedura
Codice etico
Tariffe di mediazione
Normativa e approfondimenti
Privacy
MEDIAZIONE AL TELEFONO
Domanda di mediazione

Domanda di mediazione congiunta
La mediazione telefonica in tre passi
Regolamento di procedura MediaCall
Tariffe di mediazione mediaCall
ARBITRATO
Avvia l'arbitrato
Regolamento arbitrale
Codice deontologico
Costi arbitrato
Elenco arbitri
Clausole compromissorie
FORMAZIONE
Corsi per mediatori
Corsi di aggiornamento per mediatori
Corsi per avvocati mediatori
Corsi per amministratori di condominio
Corsi per arbitri
ISMED GROUP

Camera Arbitrale
Istituto di Alta Formazione
Studiolegale2.0

Organismo di mediazione e Ente di formazione
accreditato dal Ministero della Giustizia
Iscritto al n. 945 del ROM e al n. 423 dell’EEF

Partita i.v.a. e codice fiscale 02727730802

Contatti