ISMED GROUP
  > Chi siamo
   
MEDIAZIONE
  > Modulistica e Regolamento
   
MEDIAZIONE FAMILIARE
  > Modulistica e Regolamento
   
  FORMAZIONE
  > I Corsi Ismed
   
  EUROPROGETTAZIONE
  > Richiedi una consulenza
   
  ARBITRATO
  > Modulistica e Regolamento
   
  DEPOSITA UN'ISTANZA  
   
   
GLI ORGANIZZATORI
Laboratorio ADR, Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, Ismed, Concilia e Soluzione Immediata organizzano un importante evento di carattere internazionale che affronta l'importanza della mediazione e della negoziazione nel più ampio contesto del diritto come strumento di pacificazione sociale.
“Il diritto e la pace. Il valore sociale della mediazione”, organizzato dall’Università, l'Associazione Nazionale Laboratorio ADR,
Ospite d’eccezione Jamil Mahuad With, docente di negoziazione all’Università di Harvard nonché ex presidente dell’Ecuador. Dopo i saluti iniziali affidati al Magnifico Rettore, professore Santo Marcello Zimbone, e al direttore del Dipartimento, professore Massimiliano Ferrara, ha preso la parola l’Avvocato Alberto Panuccio. Il Presidente dell’Ordine degli Avvocati, dopo aver sottolineato come oggi si sia passati da ”guerre tra Stati a guerre tra popoli”, ha parlato del dovere di provare a elevare gli animi e le “reciproche condizioni di vita”, superando la tentazione dell’egoismo. L’avvocato Marco Santangelo, in rappresentanza dell’Associazione Nazionale Laboratorio ADR, ha invece, evidenziato la necessità di “promuovere”, in spirito di collaborazione, i “principi e i valori della mediazione”. Dopo il breve intervento del rappresentante dell’associazione Libera che ha raccontato l’impegno diretto a creare una “rete di imprenditori per un circuito economico legale”, ha finalmente preso la parola il professore Jamil Mahuad With.
L’ex presidente dell’Ecuador si è lanciato in un lungo e appassionato excursus storico attraverso cui ha raccontato le origini e le fasi del conflitto tra il suo Paese e il vicino Perù, dovuto a un contrasto sui confini, in un contesto politico interno e socio-economico difficile. Alternando il resoconto dettagliato degli avvenimenti con valutazioni riguardanti l’oggetto del suo insegnamento, ha ricordato come in primo luogo “ci sia stato bisogno di una negoziazione interna” per poi concentrarsi a costruire “relazioni interpersonali per evitare il conflitto”. Proprio l’esperienza vissuta, gli ha permesso di elaborare una “teoria della negoziazione” rispetto alla quale “è necessario curare ogni singolo aspetto”. “La prima regola – secondo il professore – è separare il popolo dai problemi”, segue, quindi, l’assunzione di un atteggiamento di cordialità e confronto, ascolto e rispetto reciproco, diretto ad alimentare una continuità nella relazione anche attraverso il coinvolgimento di “paesi mediatori”.
Una buona negoziazione deve essere in grado di valutare tutte le opportunità, nonché le premesse e le ipotetiche conseguenze, curare l’elemento emotivo e approfondire il significato dei gesti simbolici, formulare proposte e affrontare il sorgere di nuove criticità per giungere a una soluzione che può consistere in “una terza verità” che sia in grado “di incorporare le verità di entrambi” i soggetti in conflitto. Al termine del suo racconto, il professore Jamil Mahuad With, con l’ausilio di diapositive, ha concluso illustrando come “lo strumento d’oro nella negoziazione” consista nell’usare “entrambi i cervelli”, ovvero la “negoziazione razionale e quella emozionale”. Se la prima è composta da elementi come la valutazione di interessi, opzioni, legittimità, alterative e impegno, la seconda considera una serie di preoccupazioni come l’apprezzamento, l’affinità, l’autonomia, lo status e il ruolo. “Ogni negoziazione – ha quindi concluso – ha sostanza e relazione”, per cui “occorre prima pianificare la propria navigazione” per arrivare al “risultato sperato”.
L’evento è stata concluso dalla Professoressa Enza Pellecchia, Ordinario di diritto civile presso l’Università di Pisa e Presidente del Centro Interdisciplinare della Pace, introdotta dal professore Attilio Gorassini, Ordinario di diritto civile presso l’Università di Reggio Calabria. La docente, parlando dell’esperienza nata a Pisa, ha individuato i vari temi affrontati ed esposto l’impegno formativo e “il progetto di creare una rete di università” diretta “a realizzare una società più pacifica” e “disseminare una cultura della trasformazione non violenta dei conflitti”.
da Avvenire di Calabria
IL COMITATO SCIENTIFICO
Prof. Attilio Gorassini, Prof.ssa Clarice Delle Donne, Prof.ssa Angela Busacca, Dott.ssa Francesca Chirico, Avv. Giovanna Crocè, Avv. Giuseppe Lombardo, Avv. Saveria Cusumano, Avv. Pietro Elia, Avv. Alessandro Bruni, Avv. Marco Santangelo, Avv. Annamaria Delli Noci, Avv. Costanza Acciai.
 
In collaborazione con l'associazione studentesca New Deal
IL PROGRAMMA
VENERDI' 17 MAGGIO
ORE 15:30 - DIGIES VIA TOMMASO CAMPANELLA (PALAZZO SARLO)
PARTE I
Interventi di Saluto
Prof. Santo Marcello Zimbone - Magnifico Rettore Università Mediterranea
Prof. Massimiliano Ferrara - Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane Università Mediterranea
Dott.ssa Mariagrazia Lisa Arena - Presidente del Tribunale di Reggio Calabria
Avv. Alberto Panuccio - Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Reggio Calabria
Avv. Pietro Elia - Presidente dell’Associazione “Laboratorio ADR”
 
PARTE II
LECTIO MAGISTRALIS
Intervento di saluto e introduzione
Avv. Alessandro Bruni - Associazione Laboratorio ADR
Lectio Magistralis - Avv. Jamil Mahuad Witt
Nobel Peace Prize nominee, Docente presso l'Università di Harvard, ed Ex Presidente dell'Ecuador
La lectio magistralis avrà come contenuto lo studio e l’approfondimento dei temi del conflict management e la risoluzione dei conflitti, anche legata all’esperienza internazionalmente riconosciuta del Relatore.
 
PARTE III
TAVOLA ROTONDA
Introducono
Prof.ssa Clarice Delle Donne
- Associato di procedura civile Università Mediterranea
Prof.ssa Angela Busacca - Ricercatore di Diritto civile Mediterranea
Avv. Saveria Cusumano - Consigliera dell'Ordine degli Avvocati di Reggio Calabria
"Il diritto e la pace"
Enza Pellecchia - Ordinario di Diritto Privato presso L’Università degli Studi di Pisa e Direttrice del “Centro Interdisciplinare Scienze per la Pace” dell’ateneo pisano
 
"Gli avvocati come agenti di cambiamento nella gestione dei conflitti"
Mario Dotti - Avvocato e Mediatore Professionista, docente di negoziazione e mediazione presso l'Università Milano Bicocca
 
"Gli strumenti multi-step di risoluzione extragiudiziale delle controversie
e le altre forme di ADR"
Alessandro Bruni - Avvocato, Docente di Mediazione e ADR presso l’Accademia Internazionale delle Scienze della Pace di Roma, e Mediatore Professionista
 
"La risoluzione delle controversie con il metodo matematico"
Avv. Luigi Viola - Avvocato Direttore scientifico de «La nuova procedura civile»
 
SABATO' 18 MAGGIO
ORE 09:30 - DIGIES VIA TOMMASO CAMPANELLA (PALAZZO SARLO)
PARTE IV
WORKSHOP/TRAINING
Workshop 1: Avv. Pietro Elia
“Come cavalcare l'onda del conflitto”
 
Workshop 2: Avv. Annamaria Delli Noci
“Suits: l'abito del mediatore”
 
Workshop 3: Avv. Alessandro Bruni, Avv. Giovanna Crocè, Avv. Giuseppe Lombardo, Prof.ssa Angela Busacca, Dott.ssa Francesca Chirico
Simulazione di un caso di negoziazione con gli studenti della Mediterranea
Michelangelo Boccuzzo, Pasquale Idotta, Gabriele Sabbadini, Samuele Ventur
     
MEDIAZIONE
Domanda di mediazione
Mediatori Ismed
Modulistica e regolamento
Giurisprudenza e news
Tariffe di mediazione
Privacy
MEDIAZIONE AL TELEFONO
La mediazione telefonica in tre passi
Domanda di mediazione
Regolamento e Normativa
Tariffe di mediazione
ARBITRATO
Avvia l'arbitrato
Regolamento arbitrale
Codice deontologico
Costi arbitrato
Elenco arbitri
Clausole compromissorie
FORMAZIONE
Corsi per mediatori
Corsi di mediation advocacy
Corsi per mediatori familiari
Corsi per amministratori di condominio
Corsi per arbitri
ISMED GROUP

Camera Arbitrale
Istituto di Alta Formazione
Studiolegale2.0

Organismo di mediazione e Ente di formazione
accreditato dal Ministero della Giustizia
Iscritto al n. 945 del ROM e al n. 423 dell’EEF

Partita i.v.a. e codice fiscale 02727730802

Contatti