> ENTRA NELL'AREA RISERVATA
  ISMED GROUP
  > Chi siamo
   
MEDIAZIONE
  > Modulistica e Regolamento
   
MEDIAZIONE FAMILIARE
  > Modulistica e Regolamento
   
  FORMAZIONE
  > I Corsi Ismed
   
  EUROPROGETTAZIONE
  > Richiedi una consulenza
   
  ARBITRATO
  > Modulistica e Regolamento
   
  DEPOSITA UN'ISTANZA  
   
   



POST COVID - "Gestione del Conflitto e inserimento professionale"
Così i giovani ritornano protagonisti nella gestione dei problemi relazionali
Melina Ciancia - Quotidiano del Sud
Dopo la pausa imposta dall’emergenza corona-virus sono riprese le attività del progetto di gestione del conflitto e inserimento professionale dedicato a sette minori indicati dal Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria partner del progetto insieme alla Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria, l’organismo di mediazione Ismed e il Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane della Mediterranea e la Camera Minorile di Reggio Calabria.

Grande soddisfazione esprime il Direttore Massimiliano Ferrara che ha sposato da subito l’iniziativa inserendola fra le attività del Laboratorio di ricerca sulle ADR: “Essere un Dipartimento di eccellenza significa anche avere la responsabilità di lavorare in sinergia con il territorio e le istituzioni – ha affermato Ferrara - per coniugare il diritto e l’economia con la concretezza delle esigenze della comunità. Il lavoro infaticabile dei docenti coinvolti nel progetto dimostra come i nuovi istituti giuridici possano contribuire non solo alla ripresa economica del Paese, ma possano rappresentare occasioni di recupero per tanti giovani che vorranno riprendere gli studi svincolandosi così da situazioni di marginalità: il ruolo educativo dell’Università è quello di consentire a ciascun giovane l’accesso all’istruzione e al mondo del lavoro”.
Nel modulo sulla gestione del conflitto i minori hanno dovuto fare i conti con le chiusure, le fragilità e con tutti quei sentimenti che, se inespressi, si traducono in contrapposizione.
“Il conflitto è un elemento costitutivo dei rapporti fra le persone” ha sottolineato Francesca Chirico responsabile Ismed “la differenza di opinioni, di interessi, le diverse sensibilità lo rendono inevitabile. Inoltre i contrasti rappresentano uno dei tanti modi attraverso cui possiamo entrare in relazione con gli altri. Paradossalmente anche litigare può essere un momento produttivo perché consente di esprimere ciò che non eravamo riusciti a comunicare diversamente. Ma il conflitto - ha concluso - deve essere gestito mediante delle regole e delle tecniche. Fra tuti i progetti promossi da Ismed e dall’ADRMedLab, questo è quello a cui teniamo di più perché nasce dalla sola generosità dei professionisti che lo hanno immaginato e realizzato, a dimostrazione che la mediazione ha davvero una ricaduta sociale.” 

“Il percorso si inserisce nella scia delle tante iniziative messe in atto dal Tribunale per i Minorenni e l’aspetto originale, che è quello della mediazione penale minorile, mira a a riattivare i canali comunicativi interrottisi fra reo, vittima e società con la mission di diffondere la cultura della mediazione come filosofia di vita, non solo fra i minori inseriti nel circuito penale, ma anche fra quelli istituzionalizzati a vario titolo per sperimentare percorsi di reinserimento sociale che rinforzano i legami con i contesti positivi”. Il percorso di reinserimento sociale cui fa riferimento la coordinatrice dell’area umanistica dell’ADRMedLab e Presidente della Camera minorile l’Avv. Alessandra Callea è il modulo di Gemmologia e lavorazione di semi preziosi affidato alla Gemmologa Tiziana Salazzaro: “Nel corso delle lezioni i ragazzi hanno dimostrato entusiasmo e passione, acquistando delle competenze nel campo della certificazione delle gemme a livello professionale; ovviamente l’obiettivo del progetto è quello di consentire anche a chi ha commesso un reato di riscattarsi e di assumersi delle responsabilità: alcuni ragazzi hanno davvero del talento e sono certa che questa esperienza potrà tradursi in un lavoro concreto”.

Padrino d’eccezione dell’intero percorso è il Maestro Sacco che già a Febbraio, prima del lockdown, ha incontrato i ragazzi nella lezione inaugurale e ha messo a disposizione gratuitamente le proprie maestranze e i materiali per consentire ai ragazzi di imparare l’arte orafa.

A fine anno, tutti i lavori dei ragazzi saranno presentati dal Maestro Sacco in una kermesse di beneficenza per raccogliere fondi che costituiranno delle borse di studio per i ragazzi che vorranno perfezionare gli studi intrapresi.
> Vai alla Home di ADRMedLab
> Progetto Ri-mediamo: oltre il conflitto
> Protocollo Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria
     
MEDIAZIONE
Domanda di mediazione
Mediatori Ismed
Modulistica e regolamento
Giurisprudenza e news
Tariffe di mediazione
Privacy
MEDIAZIONE AL TELEFONO
La mediazione telefonica in tre passi
Domanda di mediazione
Regolamento e Normativa
Tariffe di mediazione
ARBITRATO
Avvia l'arbitrato
Regolamento arbitrale
Codice deontologico
Costi arbitrato
Elenco arbitri
Clausole compromissorie
FORMAZIONE
Corsi per mediatori
Corsi di mediation advocacy
Corsi per mediatori familiari
Corsi per amministratori di condominio
Corsi per arbitri
ISMED GROUP

Camera Arbitrale
Istituto di Alta Formazione
Studiolegale2.0

Organismo di mediazione e Ente di formazione
accreditato dal Ministero della Giustizia
Iscritto al n. 945 del ROM e al n. 423 dell’EEF

Partita i.v.a. e codice fiscale 02727730802

Contatti